Colonnine di ricarica elettriche 2019-03-21T17:27:07+00:00

COLONNINE DI RICARICA VEICOLI ELETTRICI

L’evoluzione e l’innovazione hanno raggiunto anche la mobilità su strada, costruendo vetture e veicoli completamente elettrici, che non utilizzano carburanti inquinanti. Questo porta ad una svolta nelle nostre abitudini e ad un futuro ad emissioni zero.

Ci proponiamo per l’installazione di colonnine o punti di ricarica auto ad uso privato per abitazione, ufficio, condominio e ad uso pubblico quali parcheggi di ipermercati, ospedali, centri commerciali.

LA NORMA EUROPEA

Entro il 31 dicembre 2017, i Comuni italiani hanno dovuto adeguare il regolamento edilizio al D.Lgs 257/2016, variazione apportata al Testo Unico dell’Edilizia. In questo modo, il Governo, mette in pratica la Direttiva europea relativa alla realizzazione di infrastrutture dedicate ai combustibili alternativi e, in modo particolare, al miglioramento della rete di ricarica per veicoli elettrici.

E’ in vigore dal 13 gennaio 2017 il nuovo regolamento edilizio adeguato al D.Lgs 257/2016 che stabilisce l’installazione di colonnine di ricarica nelle città metropolitane, nelle aree urbane e sulle strada extraurbane, statali e autostrade, definendo quelli che sono i requisiti minimi per la costruzione di infrastrutture per i combustibili alternativi, inclusi punti di ricarica per veicoli elettrici.

La possibilità per un nuovo progetto edilizio di conseguire il titolo abilitativo sarà così vincolata alla predisposizione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici.

Nel dettaglio, l’art. 15 obbliga la predisposizione a installazioni di punti di ricarica in tutti gli edifici di nuova costruzione; tale obbligo riguarderà:

  1. edifici non residenziali aventi una superficie utile superiore a 500 metri quadrati che dovranno permettere la ricarica di una macchina per ogni spazio a parcheggio coperto o scoperto e per ciascun box per auto presente nell’immobile

  2. edifici residenziali con almeno 10 unità abitative che dovranno essere in numero relativo al 20% del totale degli spazi a parcheggio e box auto presenti nell’edificio.

Il provvedimento stabilisce, inoltre, che sul territorio venga realizzato un numero adeguato di punti di ricarica accessibili al pubblico entro il 31 dicembre 2020

In questo senso, ogni Regione avrà l’obbligo di dotarsi di infrastrutture di ricarica elettrica qualora siano concesse autorizzazioni alla realizzazione di nuovi impianti di rifornimento o di ristrutturazione totale degli stessi.

TIPOLOGIE 

CASA INDIPENDENTE

Alimentazione del circuito di ricarica:

  • dal quadro dell’appartamento
  • da un quadro elettrico posto all’interno del garage
  • da un contatore dedicato per l’alimentazione del centralino di ricarica (delibera AEEG56/10)

 

 

 

 

 

CONDOMINIO E PARCHEGGIO CONDOMINIALE

Alimentazione delle stazioni di ricarica:

  • collegamento dell’impianto elettrico esistente per le parti comuni
  • collegamento all’impianto elettrico individuale
  • collegamento da un contatore di energia dedicato alla ricarica dei veicoli elettrici (delibera AEEG 56/10)
  • possibilità di utilizzare un badge
  • possibilità di bloccare il coperchio presa

 

PARCHEGGIO IN AREE PUBBLICHE

Alimentazione delle stazioni di ricarica:

  • alimentazione da un quadro principale della struttura
  • collegamento da un contatore di energia dedicato alla ricarica dei veicoli elettrici (delibera AEEG 56/10)
  • possibilità di utilizzare un badge
  • possibilità di bloccare il coperchio presa
  • possibilità di installare un sistema di gestione delle colonnine tramite rete LAN o Web Server

 

 

Dal 2017 abbiamo aderito all’iniziativa promossa da Scame che si propone di formare un vero e proprio team di installatori qualificati colonnine di ricarica auto elettrica.
Entrando a far parte del New Mobility Team, siamo sempre in costante aggiornamento sulle novità di mercato, oltre ad una continua formazione e informazione del settore.

CONTATTACI

Compila il form e richiedici tutte le informazioni di cui hai bisogno, ti contatteremo noi subito dopo.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio